mercoledì 27 febbraio 2013

I Parlamentari di Grillo Sono i Più Qualificati Di tutti i Partiti


I parlamentari di Grillo sono più giovani, più qualificati, più onesti e presenti in eguale proporzione tra uomini e donne più di ogni altro partito. Questo il risultato dell'analisi pubblicata oggi sul quotidiano Il Secolo XIX.

Dopo tante menzogne e fango gettato sugli eletti del Movimento 5 Stelle, dopo che la stampa li ha presentati come degli incompetenti, degli ignoranti, dei maschilisti, e addirittura dei "bambini", l’identikit dei nuovi parlamentari portati da Beppe Grillo si rivela essere l'esatto opposto: gli eletti del Movimento 5 Stelle sono i migliori ad aver mai messo piede in parlamento: vantano preparazione e un livello culturale più alto tra tutti gli partiti, sono estremamente competenti nell'uso dell'informatica e dei computer, sono giovani che guardano al futuro, e nascono come attivisti radicati sul territorio dove hanno svolto campagne per i diritti dei cittadini per anni. E come se tutto questo non bastasse, Grillo fa seguire agli eletti un corso avanzato di diritto costituzionale prima di entrare in Parlamento. 

Insomma: Beppe Grillo ha regalato all'Italia una nuova classe politica, crescendoli, preparandoli e selezionandoli per anni per mezzo dei suoi MeetUp, e offrendoci oggi davvero dei parlamentari a 5 stelle.

Inoltre Beppe Grillo ha fondato il movimento politico a 5 stelle sulla moderna idea di Democrazia Diretta, rivoluzione culturale che solo ora i giornali, alzatasi la cortina di ferro della censura elettorale, hanno cominciato a riconoscere. In un articolo di ieri, il quotidiano Repubblica ammette finalmente la natura rivoluzionaria del MoVimento 5 Stelle:

"[I cittadini che hanno votato il MoVimento 5 Stelle] chiedono una ridefinizione delle basi della partecipazione democratica alla vita del Paese, superando la rappresentanza offerta dai partiti, applicando i fondamentali della "democrazia diretta", orizzontale e non più verticale. Intervenendo nell'attività politica delle Camere "come cittadini e non come onorevoli" attraverso la consultazione della Rete e il lavoro dei portavoce della popolazione nelle sedi istituzionali.  [...]
Nel non-statuto sono contenuti i fondamenti del M5s, tra cui la mancanza di una sede fisica (sostituita da una nel "cloud", il blog di Grillo). Ma oltre l'infrastruttura, che è la Rete, soprattutto si definisce la struttura di base. Che è quella costituita dalle liste civiche certificate e dai Meetup, le comunità digitali che organizzano incontri e attività sul territorio. Aperte a chiunque, è sufficiente iscriversi sul sito per essere informati su temi e attività nella propria zona. Una visione iperlocale della politica che di fatto sostituisce i circoli e le sezioni, divulgando le attività delle singole cellule a livello globale, e agendo nei perimetri dei quartieri e delle circoscrizioni. Il mito dell'Agorà digitale, la piazza telematica, o più semplicemente la Rete applicata al territorio, attraverso il web e applicazioni mobili, come quelle per la gestione dei Meetup. E come potrebbe essere tutta la politica dei prossimi anni: un'applicazione sociale, in un mondo che aggiorna le proprie applicazioni - economia, energia, lavoro, salute - quando ne sono pronte nuove versioni, come accade con gli smartphone. [...]
Per il Parlamento, le cose potrebbero funzionare in maniera simile. Ovvero con l'iscrizione dei cittadini interessati ad esprimere la propria posizione al sito del Movimento, su cui presumibilmente verranno aperti spazi di informazione proposta e discussione su quanto avviene in Parlamento. Attraverso questa piattaforma il cittadino-utente parteciperà direttamente alle decisioni politiche che poi i deputati e senatori (in una sola parola, i portavoce) del Movimento faranno proprie in sede parlamentare." 


Repubblica non ha fatto il passo successivo, ovvero spiegare il motivo per cui la Democrazia Diretta sia migliore di quella Rappresentativa, e cioè il fatto che privando l'eletto di potere decisionale e rendendolo solamente un portavoce si rende impossibile la corruzione politica, fatto che rende il M5S (insieme al Partito Pirata in Germania) una pietra angolare di una rivoluzione nel modo di fare politica finalmente libero dall'influenza delle lobby e dei poteri finanziari che sta rapidamente prendendo piede e diffondendosi in tutta l'Europa.

Non si può che provare immensa gratitudine per quel piccolo grande uomo di Genova che tanti anni fa fu cacciato dalla Rai e bandito per sempre da tutte le TV perché osò dire ciò che era proibito dire: che i socialisti di Craxi rubavano.


Grazie di cuore Beppe.

5 commenti :

  1. non vedo assolutamente di buon occhio la forte presenza femminile. Spero siano solo presenze messe lì per gettare un osso all'elettorato femminile e che non si occupino di nulla di concreto. Un paese in mano alle donne non può che sprofondare nel fango più assoluto.

    Inoltre non credo che la laurea abbia valore di per se. Sono solo contento che ci siano molti giovani. Speriamo solo non abbiano la testa piena di idee impiantate dai vecchi o dai loro vecchi professori universitari!

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Da uomo valuto commenti (il termine corretto sarebbe una altro, ma è poco elegante...) di questo tipo mi fanno rabbrividire e mi fanno vergognare di appartenere allo stesso sesso di questo "signore"!

    le donne sono infinitamente più brave, intelligenti e attive degli uomini: su questo non ci piove.

    Concordo invece che la laurea , di per sè, non abbia molto valore, ma figuramoci la terza media o i diplomi di ragioniere dei segretari di partito cresciuti a suon di riunioni politiche, che, se intervistati, non sanno nemmeno la capitale delle regioni italiane e usano il computer come macchine da scrivere (quando va bene)

    mi permetto inoltre di far notare che i paesi dove questo avviene (scolarità bassa = ignoranza = disparità sui sessi) si chiamno Yemen, Siria, Iran, Iraq, e via di seguito...dove la sola pronunciazione della parola "yeah" sarebbe sufficiente per essere lapidati o tacciati di "infedele"

    per questo, prima di scrivere cose come queste, sarebbe il caso di pensarci bene e misurare le parole

    RispondiElimina
  4. http://video.repubblica.it/dossier/movimento-5-stelle-beppe-grillo/elezioni-2013-la-neo-senatrice-m5s-incerta-sul-numero-dei-deputati-tra-cinque-e-seicento/120809?video

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://www.corriere.it/politica/speciali/2013/elezioni/notizie/28-febbraio-deputata-25-anni-due-lauree-trocino_d3e7cf24-8168-11e2-aa9e-df4f9e5f1fe2.shtml

      Elimina